È risaputo che gli spazi verdi aiutino il benessere mentale delle persone. Vi è mai capitato di vedere un’area verde con un bel prato, respirare aria pulita e sentirvi al settimo cielo? Quando il verde migliora?

Oggi purtroppo con l’aumento dell’inquinamento non è così ma tuttavia troviamo tante aree e grandi giardini verdi che ci aiutano a vivere meglio la città.

Non è un caso che proviate un sentimento positivo una volta che guardate un bel prato verde e respirate aria pulita. Questo accade perché gli spazi verdi hanno degli effetti positivi sulle emozioni.

Uno degli impatti postivi è l’aumento della calma e dell’autodisciplina facendo diminuire così lo stress e le agitazioni.

Un miglioramento cognitivo da tenere in considerazione ogni volta che si progetta e pianifica uno spazio urbano. Infatti, bisognerebbe progettare aree verdi non solo per la loro estetica ma soprattutto per il benessere mentale dei cittadini. Quindi queste aree urbane devono richiamare diversi elementi che portano diversi benefici alle persone.

Gli spazi urbani necessitano tempo e quindi è necessario che queste aree siano costruite in modo da fare fermare a lungo il passante così che lui possa contemplarne l’eleganza e possa beneficiare di tutti gli effetti positivi.

Infine, bisognerebbe capire come le persone interagiscono con l’ambiente circostante. Si fermano solo ad osservare? Stanno facendo jogging?

Voi che ne pensate? Abbiamo tempo di contemplare i maestosi parchi della città?

Fermiamoci un po’ più spesso a goderci i parchi, solo così il verde migliora.